OISAIR: Apertura Call per progetti di innovazione ricerca-impresa

Si è aperta il 21 maggio 2019 la nuova call transnazionale per valorizzare i risultati della ricerca scientifica (POC-Proof of Concept call).

L’iniziativa si inserisce nel quadro del progetto europeo OISAIR finanziato dal Programma di Interreg ADRION, a cui partecipa l’Università della Basilicata alla quale fornisce il Servizio di assistenza tecnica Meridiana Italia.

Il progetto OISAIR ha l’obiettivo di promuovere un sistema di Open Innovation nella macro-regione Adriatico-Ionica per renderla più competitiva e attrattiva a livello regionale e internazionale.

I progetti di ricerca sperimentale dovranno riguardare tematiche riferite ai settori:

  1. Agro-Bioeconomy
  2. Transport & Mobility
  3. Energy & Environment

La call si articola in tre fasi:

  1. Call for Ideas (dal 21 maggio 2019 – scadenza 14 luglio 2019) rivolta a istituzioni di ricerca pubbliche e università invitate a candidare i loro risultati di ricerca, i brevetti e le tecnologie sviluppate sulla piattaforma INNOVAIR.
  2. Call for Projects (dal 15 luglio 2019 – scadenza il 30 settembre 2019) promuove la candidatura di progetti di innovazione presentati congiuntamente da PMI e istituti di ricerca/università. Sulla base delle tecnologie presentate nella precedente Call for Ideas, le imprese saranno chiamate a contattare i centri di ricerca per sviluppare assieme un progetto di innovazione sulla specifica tecnologia.
  3. Selezione e assegnazione di 10 voucher per l’innovazione: entro il 25 ottobre 2019. I progetti congiunti ricerca e impresa finanziati dovranno concludere le attività sperimentali entro e non oltre il 15 maggio 2020. Ogni voucher avrà il valore di € 18.500 ciascuno.

COME PARTECIPARE ALLA FASE 1?
Sei un ricercatore con sede nella Regione Adriatico-Ionica (per l’Italia sono Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Emilia-Romagna, Umbria and Marche) interessato a presentare i tuoi risultati di ricerca/ tecnologie? Registrati su INNOVAIR, scarica e compila il Technology Application Form e carica la tua proposta di tecnologia sulla piattaforma entro il 14 luglio 2019.


Master Executive in Europrogettazione e Professioni Europee – EUROPRO

MeridianaItalia e l’Unibas – Dipartimento di Matematica, Informatica ed Economia promuovono il Master Executive in Europrogettazione e Professioni EuropeeEUROPRO in convenzione con l’INPS.

I dipendenti della Pubblica Amministrazione in servizio iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali possono usufruire di n. 5 borse di studio finanziate dall’INPS per la stessa partecipazione al Master Executive, il cui importo unitario è di € 10.000.

La Regione Basilicata sostiene, mediante la concessione di Voucher dall’importo massimo concedibile di € 10.000, i costi di iscrizione, frequenza e contributi per le spese di soggiorno presso le sedi di svolgimento del Master per disoccupati ed inoccupati iscritti al centro per l’impiego.

 

Obiettivo del master è formare

  • Funzionari e tecnici di PA, imprese e/o strutture territoriali o di servizio;
  • Professionisti e/o consulenti per il settore sociale, no-profit, cooperative, associazioni e fondazioni
  • Tecnici europrogettisti.

      Le domande scadono l’17 Aprile 2019.

Clicca sul link e iscriviti: http://portale.unibas.it/site/home/didattica/master/articolo6801.html 

Se sei interessato ad ottenere il contributo della Regione Basilicata clicca qui: AVVISO VOUCHER MASTER UNIVERSITARI


II° INFO DAY del Progetto BIO.W.IN.E. (Biological Wine Innovative Environment)

Matera Città Europea della Cultura 2019  ospita il secondo “info day” del progetto BIO.W.IN.E. (Biological Wine Innovative Environment)
Trasferimento di buone pratiche per la tutela dell’ambiente in viticoltura

25 Marzo 2019 – ore 11 – Hotel San Domenico

Progetto finanziato da PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2010
Agenzia per la Coesione Territoriale
Unione Europea Fondo Sociale Europeo – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

***

Prestigioso patrocinio di Matera Città Europea della Cultura 2019 per il progetto Biowine (Biological Wine Innovative Environment) finanziato da PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, Agenzia per la Coesione Territoriale, Unione Europea Fondo Sociale Europeo, Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, che ha come obiettivo il trasferimento di buone pratiche per la tutela dell’ambiente in viticoltura, e che vede coinvolti alcuni Comuni della Campania e della Basilicata.

Secondo appuntamento per la presentazione del progetto (dopo il primo info day che si è tenuto sabato 16 marzo a Caggiano, in provincia di Salerno) questa volta nella prestigiosa location di Matera (sabato 25 marzo, ore 11:00, Hotel San Domenico). In questa occasione saranno protagonisti due Comuni della Basilicata, Grumento Nova e Roccanova, in provincia di Potenza, che aderendo al progetto Biowine intendono sviluppare presso le loro comunità buone pratiche in campo ambientale, sopratutto rivolte alle attività vitivinicole.

Meridiana Italia, grazie al suo expertise qualificato, cura il supporto tecnico del progetto.

Dopo i saluti di Eustachio Quintano, Assessore al Bilancio del Comune di Matera, interverranno il Sindaco di Grumento Nova Antonio Imperatrice, e il Sindaco di Roccanova Giulio Emanuele.

Seguirà la presentazione vera e propria del progetto, a cura del responsabile scientifico Giovanni Quaranta, e che è rivolta a tutti gli operatori pubblici e privati della filiera vitivinicola e non solo. In programma anche gli interventi di Domizio Pigna, Vice Presidente del Consorzio di Tutela “Sannio DOP” e Presidente della Cantina Sociale “La Guardiense” di Guardia Sanframondi (BN); Floriano Panza, Sindaco del Comune di Guardia Sanframondi (BN) capofila del Progetto BioWine e di Sannio-Falanghina Città Europea del Vino 2019; Benedetto De Pizzol, Assessore all’Agricoltura del Comune di San Pietro di Feletto (TV) e Coordinatore delle Città del Vino della Regione Veneto, nonché Comune che nel progetto gioca il ruolo di cedente le buone pratiche messe in atto nel territorio della Docg Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore e che riguardano le iniziative intraprese da tutti i Comuni coinvolti nella denominazione.

Sono previsti, inoltre gli interventi degli Amministratori dei Comuni coinvolti nel progetto Biowine oltre che i rappresentanti delle Aziende vitivinicole e del Consorzi di tutela della Basilicata. L’intervento conclusivo sarà di Floriano Zambon, Presidente Nazionale dell’Associazione Città del Vino.

Seguirà una degustazione di vini e prodotti tipici di cantine e produttori dei Comuni Biowine della Basilicata e della Campania.

MEMO PROGETTO BIOWINE

Il progetto Biowine coinvolge importanti realtà vitivinicole del Veneto, della Campania e della Basilicata e rappresenta un esempio di trasferimento di know-how e di strumenti sperimentati dalle amministrazioni locali sui temi dell’innovazione tecnologica, della tutela dell’ambiente e del marketing territoriale.

Il progetto coinvolge quattro realtà sannite in provincia di Benevento (Guardia Sanframondi – ente capofila – Castelvenere, Sant’Agata dei Goti e Solopaca), insieme al Comune irpino di Castelfranci (Avellino), Caggiano e Sant’Angelo a Fasanella (Salerno) e Grumento Nova e Roccanova in Basilicata, provincia di Potenza. Gli enti detentori della “buona pratica” sono i Comuni dell’area DOCG Conegliano-Valdobbiadene in provincia di Treviso (Cison di Valmarino, Colle Umberto, Conegliano, Farra di Soligo, Follina, Miane, Pieve di Soligo, Refrontolo, San Pietro di Feletto, San Vendemiano, Susegana, Tarzo, Valdobbiadene, Vidor e Vittorio Veneto – Comune coordinatore San Pietro di Feletto).

L’interscambio di informazioni favorirà la cooperazione tecnica, che coinvolge figure di varia competenza (agronomi, produttori vitivinicoli, enologi, tecnici ambientali, ricercatori, ecc.) delle aree coinvolte del Veneto e della Campania e della Basilicata, e porterà alla redazione di un Regolamento di polizia rurale – condiviso tra tutti i soggetti interessati – per la definizione di regole riguardanti la salvaguardia ambientale dei territori vitivinicoli.

L’obiettivo è quello di fornire un modello replicabile che sia di riferimento per un ammodernamento sostenibile dei territori dei piccoli comuni e per la costituzione di un sistema territoriale in grado di favorire un processo virtuoso di concertazione tra le varie amministrazioni, con la partecipazione delle imprese e dei soggetti socio economici interessati per il miglioramento della trasparenza, della partecipazione e della comunicazione a sostegno dell’azione amministrativa.

APPROFONDIMENTI: http://www.cittadelvino.it/progetto_attivita.php?id=MjA=

 


Call for experts | Autorità di Audit

Meridiana Italia per le attività di assistenza tecnica per l’esercizio e lo sviluppo della Funzione di Sorveglianza e Audit dei programmi finanziati dal FSE/FESR presso la Regione Lazio e il Ministero del Lavoro è alla ricerca di profili professionali da inserire nel gruppo di lavoro già costituito.

Nel dettaglio si ricercano i seguenti profili:

  1. CONSULENTE SENIOR
    Laureato con anzianità lavorativa di almeno sette anni, da computarsi successivamente alla data di conseguimento del diploma di laurea (da intendersi laurea magistrale ovvero specialistica ovvero conseguita ai sensi del vecchio ordinamento), di cui almeno sei anni di provata esperienza nell’attività di programmazione, monitoraggio, valutazione e controllo dei programmi cofinanziati dall’Unione europea.
    E’ richiesta la conoscenza della lingua inglese.
  2. CONSULENTE JUNIOR
    Laureato con anzianità lavorativa di almeno quattro anni, da computarsi successivamente alla data di conseguimento del diploma di laurea (da intendersi laurea magistrale ovvero specialistica ovvero conseguita ai sensi del vecchio ordinamento), di cui almeno tre anni di provata esperienza nell’attività di programmazione, monitoraggio, valutazione e controllo dei programmi cofinanziati dall’Unione europea.
    E’ richiesta la conoscenza della lingua inglese

Sulla base di tali richieste, in coerenza con le policy adottate Meridiana Italia si apre una call, finalizzata a selezionare risorse professionali qualificate per il profilo sopra indicato dal 23 gennaio fino al 28 febbraio 2019.

Il primo colloquio di selezione avverrà a partire dal 04 marzo 2019 con modalità videoconferenza, in base alla coerenza dei curricula rispetto al profilo ricercato.


Convegno Annuale Meridiana Lab

Opportunità e Sfide della Politica di Coesione Europea 2021-2027

Sala convegni Agenzia Dire Corso d’Italia, n. 38 – Roma 22 novembre 2018

La politica di coesione è una componente fondamentale del progetto europeo, in quanto la riduzione dei divari fra le varie regioni è un principio contenuto nel preambolo del Trattato di Roma.
L’attuale scenario, di per sé già minaccioso per la tenuta dell’Unione Europea, può divenire pericoloso per le politiche di coesione, oggetto di continue critiche per non essere riuscite pienamente nel loro intento di riduzione delle disparità territoriali.
Rimane indubbio, anche fra i critici, il ruolo di tali politiche nello stimolare la crescita, nella riduzione degli effetti della crisi e nella realizzazione di progetti che altrimenti non sarebbero stati implementati.
Concepita e avviata durante la leadership di Delors nel 1988, oggi la politica di coesione compie 30 anni.

Meridiana-Italia-Programma-evento-22-nov.pdf– Meridiana Lab Presentazione


Migliori competenze per migliori risultati nell’investimento dei fondi UE

La Commissione europea sta aiutando gli Stati membri e le regioni a migliorare la loro capacità di gestire gli investimenti dei fondi UE per ottenere migliori risultati attraverso il rafforzamento delle loro competenze professionali e operative. Oggi è disponibile un nuovo strumento per tutte le istituzioni pubbliche coinvolte nella gestione del Fondo europeo di sviluppo regionale e del Fondo di coesione (ovvero gli organismi nazionali di coordinamento, le autorità di gestione, di audit e di certificazione, i segretariati comuni e gli organismi intermedi), al fine di individuare e affrontare le lacune nelle competenze e adattare le proprie strategie formative.

Leggi tutto


Fondi europei supplementari per prevenire il rischio sismico e per sostenere l’integrazione dei migranti in Italia

L’Abruzzo e le Marche, due delle regioni colpite dai terremoti del 2016 e del 2017, riceveranno rispettivamente 40 milioni e 248 milioni di euro supplementari provenienti per metà dai fondi della politica di coesione dell’UE e per metà dal bilancio nazionale. Tali fondi serviranno a migliorare la resistenza sismica degli edifici pubblici delle due regioni e a ridare impulso alle attività economiche, in particolare a quella turistica.

Leggi tutto


Call For Experts Regione Campania

La Regione Campania ha aderito alla Convenzione Consip per l’Assistenza Tecnica (AT) all’attuazione dei POR FESR e FSE 2014-2020 e lunedì 16 ottobre 2017 si è svolta la Consultazione preliminare finalizzata a censire le esigenze e i fabbisogni dell’Amministrazione, sulla base dei quali il RTI dovrà elaborare il Piano Dettagliato delle Attività per configurare la modalità di fornitura dei servizi e la composizione del gruppo di lavoro.

L’amministrazione regionale ha richiesto al RTI, servizi specialistici di AT, tenendo conto del quadro delle attività di assistenza tecnica già attivate ed in corso di attivazione, per i seguenti tematismi e con i profili di seguito indicati:

Leggi tutto