Call for experts | Autorità di Audit

Meridiana Italia per le attività di assistenza tecnica per l’esercizio e lo sviluppo della Funzione di Sorveglianza e Audit dei programmi finanziati dal FSE/FESR presso la Regione Lazio e il Ministero del Lavoro è alla ricerca di profili professionali da inserire nel gruppo di lavoro già costituito.

Nel dettaglio si ricercano i seguenti profili:

  1. CONSULENTE SENIOR
    Laureato con anzianità lavorativa di almeno sette anni, da computarsi successivamente alla data di conseguimento del diploma di laurea (da intendersi laurea magistrale ovvero specialistica ovvero conseguita ai sensi del vecchio ordinamento), di cui almeno sei anni di provata esperienza nell’attività di programmazione, monitoraggio, valutazione e controllo dei programmi cofinanziati dall’Unione europea.
    E’ richiesta la conoscenza della lingua inglese.
  2. CONSULENTE JUNIOR
    Laureato con anzianità lavorativa di almeno quattro anni, da computarsi successivamente alla data di conseguimento del diploma di laurea (da intendersi laurea magistrale ovvero specialistica ovvero conseguita ai sensi del vecchio ordinamento), di cui almeno tre anni di provata esperienza nell’attività di programmazione, monitoraggio, valutazione e controllo dei programmi cofinanziati dall’Unione europea.
    E’ richiesta la conoscenza della lingua inglese

Sulla base di tali richieste, in coerenza con le policy adottate Meridiana Italia si apre una call, finalizzata a selezionare risorse professionali qualificate per il profilo sopra indicato dal 23 gennaio fino al 28 febbraio 2019.

Il primo colloquio di selezione avverrà a partire dal 04 marzo 2019 con modalità videoconferenza, in base alla coerenza dei curricula rispetto al profilo ricercato.


Convegno Annuale Meridiana Lab

Opportunità e Sfide della Politica di Coesione Europea 2021-2027

Sala convegni Agenzia Dire Corso d’Italia, n. 38 – Roma 22 novembre 2018

La politica di coesione è una componente fondamentale del progetto europeo, in quanto la riduzione dei divari fra le varie regioni è un principio contenuto nel preambolo del Trattato di Roma.
L’attuale scenario, di per sé già minaccioso per la tenuta dell’Unione Europea, può divenire pericoloso per le politiche di coesione, oggetto di continue critiche per non essere riuscite pienamente nel loro intento di riduzione delle disparità territoriali.
Rimane indubbio, anche fra i critici, il ruolo di tali politiche nello stimolare la crescita, nella riduzione degli effetti della crisi e nella realizzazione di progetti che altrimenti non sarebbero stati implementati.
Concepita e avviata durante la leadership di Delors nel 1988, oggi la politica di coesione compie 30 anni.

Meridiana-Italia-Programma-evento-22-nov.pdf– Meridiana Lab Presentazione


Migliori competenze per migliori risultati nell’investimento dei fondi UE

La Commissione europea sta aiutando gli Stati membri e le regioni a migliorare la loro capacità di gestire gli investimenti dei fondi UE per ottenere migliori risultati attraverso il rafforzamento delle loro competenze professionali e operative. Oggi è disponibile un nuovo strumento per tutte le istituzioni pubbliche coinvolte nella gestione del Fondo europeo di sviluppo regionale e del Fondo di coesione (ovvero gli organismi nazionali di coordinamento, le autorità di gestione, di audit e di certificazione, i segretariati comuni e gli organismi intermedi), al fine di individuare e affrontare le lacune nelle competenze e adattare le proprie strategie formative.

Leggi tutto


Fondi europei supplementari per prevenire il rischio sismico e per sostenere l’integrazione dei migranti in Italia

L’Abruzzo e le Marche, due delle regioni colpite dai terremoti del 2016 e del 2017, riceveranno rispettivamente 40 milioni e 248 milioni di euro supplementari provenienti per metà dai fondi della politica di coesione dell’UE e per metà dal bilancio nazionale. Tali fondi serviranno a migliorare la resistenza sismica degli edifici pubblici delle due regioni e a ridare impulso alle attività economiche, in particolare a quella turistica.

Leggi tutto


Call For Experts Regione Campania

La Regione Campania ha aderito alla Convenzione Consip per l’Assistenza Tecnica (AT) all’attuazione dei POR FESR e FSE 2014-2020 e lunedì 16 ottobre 2017 si è svolta la Consultazione preliminare finalizzata a censire le esigenze e i fabbisogni dell’Amministrazione, sulla base dei quali il RTI dovrà elaborare il Piano Dettagliato delle Attività per configurare la modalità di fornitura dei servizi e la composizione del gruppo di lavoro.

L’amministrazione regionale ha richiesto al RTI, servizi specialistici di AT, tenendo conto del quadro delle attività di assistenza tecnica già attivate ed in corso di attivazione, per i seguenti tematismi e con i profili di seguito indicati:

Leggi tutto